Deareazione Termica

Standard: flusso dell’acqua trattata da 2 a 30 m3/h
Specifico: su misura per la vostra richiesta

La deareazione termica è una tecnologia di trattamento dell’acqua basata sulla legge di Henry. La legge di Henry stabilisce che la quantità di gas disciolti all’interno di un liquido è proporzionale alla pressione parziale del gas nella fase gassosa. L’ossigeno e gli altri gas disciolti possono essere rimossi dall’acqua aumentando la temperatura dell’acqua e la pressione; questo risultato nel nostro deareatore termico è ottenuto con l’iniezione di vapore.

Babcock Wanson progetta e produce apparecchiature di deareazione termica su misura a perfetto corredo di qualsiasi impianto. Il degasaggio termico, rimuovendo dall’acqua tutti i tipi di gas disciolti, riduce la necessità di un trattamento chimico e quindi assicura la longevità dell’apparecchiatura, mantiene la qualità del vapore e riduce i costi operativi.

Deareatore termico pressurizzato

Un deareatore termico pressurizzato, che funziona a circa 0,3 barg, permette di aumentare la temperatura dell’acqua a circa 105 °C e ottenere un’acqua di eccellente qualità con un bassissimo contenuto di ossigeno (inferiore a 0,01 mg/l), usata per impianti che funzionano a portata e pressione elevate.

La progettazione di Babcock Wanson ottimizza la rimozione dei gas disciolti. Una colonna di deareazione è montata sopra il recipiente di stoccaggio. Il vapore viene iniettato nel recipiente di stoccaggio, mantenendo la pressione e la temperatura dell’acqua, e sale attraverso la colonna di deareazione, dove l’ampia area di superficie permette il contatto necessario tra l’acqua in ingresso e il vapore per eliminare i gas disciolti dall’acqua. I gas risultanti, insieme a una piccola quantità di vapore di trasporto, vengono espulsi dalla parte superiore della colonna. L’acqua di alimentazione ottenuta è di altissima qualità e adatta alla maggior parte delle applicazioni.

Questo è un prodotto costruito secondo i requisiti del processo dei clienti. Contattateci per ulteriori dettagli.

Deareatore atmosferico

TQuesto design alternativo, che garantisce prestazioni simili a quelle del deareatore termico (0,05 mg/l) ma senza i requisiti tecnici di un recipiente pressurizzato, è ideale per caldaie di potenza e pressione medie e costituisce un’alternativa molto economica rispetto al semplice uso del trattamento chimico per lo scavenging dell’ossigeno.

Le condizioni operative sono simili a quelle del deareatore termico, ma la colonna di deareazione e i suoi raccordi sono sostituiti da una calotta più semplice installata sulla parte superiore del serbatoio dell’acqua di alimentazione con un tubo di immersione appositamente inserito all’interno del serbatoio.

Applicazione della deareazione termica nell’industria

La qualità dell’acqua è un fattore importante per assicurare la durabilità dell’apparecchiatura di processo, soprattutto per le caldaie a vapore. Se non trattata, l’acqua conterrà ossigeno e diossido di carbonio disciolti, che sono agenti corrosivi attivi che possono danneggiare l’acciaio al carbonio. È quindi essenziale limitare la quantità di questi costituenti per evitare la degradazione.

L’apparecchiatura di degasaggio termico di Babcock Wanson rimuove dall’acqua ossigeno e altri gas disciolti contribuendo così a eliminare il rischio di corrosione. Babcock Wanson offre grande competenza nel trattamento dell’acqua per caldaie e mette a disposizione le sue conoscenze per un calcolo accurato del ROI (Ritorno sull’investimento).

Installazione semplice

Il degasaggio termico può essere installato sul posto o fornito come una configurazione integrata montata su skid che permette un’installazione semplice e veloce.

Ecosostenibile

Il degasaggio termico è un’alternativa fisica a un semplice trattamento chimico per rimuovere i gas disciolti. Può ridurre drasticamente la richiesta chimica del processo e aiuta a ridurre i requisiti di manipolazione di prodotti chimici sul posto e le esigenze di smaltimento rifiuti.

Affidabilità e sicurezza

  • Il degasaggio termico aiuta a ridurre i costi operativi complessivi e qualsiasi impatto ambientale derivante dal trattamento chimico dell’acqua di alimentazione.
  • Bassissimo contenuto di ossigeno, inferiore a 0,05 mg/l o 0,01 mg/l a seconda della tecnologia impiegata.
  • La deareazione termica riduce il rischio di corrosione dell’ossigeno e al tempo stesso minimizza il costo operativo.
  • Mantenendo la fornitura di acqua di alimentazione alla più alta temperatura possibile, incrementa le prestazioni dell’impianto della caldaia riducendo il fabbisogno di energia della caldaia.